Consulenza e Psicoterapia di coppia

Spesso ci inganniamo. Pensiamo che l’amore sia in crisi, e invece è proprio l’amore che ci chiede di crescere – Alessandro D’Avenia – Bianca come il latte, rossa come il sangue

Consulenza e Psicoterapia di coppia

Ogni coppia è un progetto di due persone che, ad un certo punto della loro vita, decidono di trasformare il loro incontro in un investimento affettivo più grande, mossi dal più nobile dei sentimenti: l’amore. Quando ci innamoriamo entriamo in una dimensione magica, surreale, ipnotica che, come i personaggi di Chagall, ci fa vivere 3-4 metri sopra la terra. Ogni cosa è vista e vissuta in funzione del bisogno di amare ed essere amati dalla persona prescelta, al punto da compiere tra i gesti più folli di cui l’essere umano è capace: fidarsi e affidarsi all’altro. E’ così che ogni coppia diventa un “caso disperato”.

Forse all’inizio non siamo consapevoli di ciò che stiamo facendo, perché illuminati e riscaldati dal bagliore degli effetti benefici. Facciamo scelte e cambiamenti anche importanti, che a volte hanno il sapore della rinuncia, convinti che verremo ricambiati, che ogni fatica verrà curata e ripagata, perché l’altro, come noi, ci ama sopra ogni cosa…
Passano i mesi, passano gli anni e tante cose succedono, o al contrario non succedono rispetto a come le avevamo pensate. I piedi, più o meno velocemente, tornano a toccare la terra. C’è chi prende una storta e c’è chi cade per terra. Che cosa è successo? Dov’è andato a finire l’amore? Dov’è andata a finire la persona di cui ci eravamo innamorati e affidati?

Iniziano i bilanci, la lista delle “entrate” e delle “uscite”, le parole di sempre assumono significati nuovi: ciò che fino a poco prima veniva taciuto e sopportato, diventa motivo di discussione. Da fonte di benessere, in poco tempo l’altro si trasforma in fonte di incomprensione, non ascolto, di recriminazioni e accuse che feriscono e costringono a reagire. Ben presto la coppia diventa un ring dove ognuno si concentra, con uno schema fisso e in una sorta di disco incantato, a “incassare”e a “infliggere” colpi.

Non necessariamente questo è un male per la coppia, anzi…

Ciò che è “male” è lasciare che certe dinamiche prendano il sopravvento incastrando la coppia in un circolo vizioso da cui poi è difficile uscire. La consulenza di coppia si propone essere un momento per depositare le armi e costruire una tregua, per smettere di reagire e iniziare a riflettere. La presenza di una terzo permette alla coppia di non riprodurre quegli schemi comunicativi utili a rinforzare le posizioni rigide di ciascuno, a prendere coscienza di come ognuno ha contribuito alla reciproca insoddisfazione, e a costruire un ascolto delle richieste e delle ragioni dell’altro.

E’ importante che la coppia, o uno dei due, possa riconoscere e dare un limite a questa situazione di sofferenza chiedendo aiuto ad un esperto. In questi casi è probabile che la consulenza si limiti a pochi incontri, perché sufficienti a sbloccare lo stallo e a riaprire un dialogo all’interno della coppia.

Nei casi in cui il conflitto di coppia ha invece una storia più lunga e complicata dalla presenza di un tradimento, di un pensiero di separazione, di gelosia, di difficoltà procreative o sessuali, di discordie con le famiglie d’origine, l’intervento più adeguato diventa la terapia di coppia, le cui modalità vengono decise insieme al terapeuta.

Gli incontri di consulenza e di terapia di coppia prevedono in genere una frequenza quindicinale. La durata è vincolata alla motivazione e alle risorse della coppia richiedente.

Una volta credevo che il contrario di una verità fosse l’errore e il contrario di un errore fosse la verità. Oggi una verità può avere per contrario un’altra verità altrettanto valida, e l’errore un altro errore. – Ennio Flaiano